ATALANTA: analisi tecnico-tattica delle situazioni di gioco sino alla fine del girone di andata. Serie A 2012/2013

Immagine

APPROCCIO ALLA STAGIONE:

L’Atalanta del presidente Percassi si presenta ai nastri di partenza reduce dal fantastico campionato precedente dove i ragazzi di mister Colantuono hanno conquistato una brillante salvezza partendo con sei punti di penalizzazione, causa calcio scommesse di suoi ex tesserati, dalla prima giornata.
Purtroppo la situazione si ripropone in questa stagione, anche se solo in parte. La Dea infatti partità con due punti di penalizzazione per simili vicende.
La proprietà ed il direttore sportivo Pasquale Marino confermano alla guida dello staff tecnico e dei calciatori Stefano Colantuono, allenatore che abbina i risultati ad un gioco piuttosto piacevole e organizzato.
In sede di mercato il gruppo dei calciatori non viene stravolto.L’obiettivo è di continuare il progetto di valorizzazione dei talenti presenti in squadra e di ringiovanire la rosa. Lasciano Bergamo Tiribocchi, Masiello e Minotti ma soprattutto il promettente Manolo Gabbiadini che non ha saputo resistere all’interessamento della Juventus.
Arrivano alla corte di Colantuono i difensori Matheu, Stendardo e Brivio (dal Lecce) ed il centrocampista Biondini. In attacco il direttore Marino pesca dall’Argentina Facundo Parra dall’Independiente e la “zanzara” De Luca, uno dei migliori under 21 italiani reduce da un eccellente campionato di serie B a Varese.
Colantuono ha dunque gli interpreti giusti per ripetere la splendida stagione dello scorso anno.  L’obiettivo dichiarato della società è la permanenza tranquilla nel massimo campionato, ma lo staff tecnico e il gruppo dei calciatori potrebbero garantire ben più di tale obiettivo minimo.  L’Atalanta sarà un avversario ostico che metterà i bastoni tra le ruote di tutti i suoi avversari, “grandi” comprese.

 

Rosa:

ATALANTA
PORTIERI:
47-Consigli
16-Polito
38-Frezzolini
 
DIFENSORI:
2-Stendardo
3-Lucchini
4-Capelli
5-Manfredini
6-Bellini
13-Peluso
26-Matheu28-Brivio

32-Ferri

 

 CENTROCAMPISTI:
8-Radovanovic
7-Schelotto
10-Bonaventura
17-Carmona
21-Cigarini
23-Scozzarella
44-Cazzola
88-Biondini
77-Raimondi
9-Troisi
 
ATTACCANTI:
11-Moralez
19-Denis
91-De Luca
99-Parra
24-Marilungo
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ANALISI TECNICO-TATTICA:

Sistemi di gioco utilizzati in stagione:

Immagine

L’Atalanta si schiera con un classico 1-4-4-1-1 cui è stata applicata una variante più offensiva con due punte e un calciatore offensivo sull’ esterno di centrocampo.
In porta gioca Consigli, uno dei portieri con il rendimento più alto del campionato.
In difesa, a quattro, giocano solitamente Raimondi a destra, coppia di centrali composta da Stendardo( o Bellini) e Manfredini e l’ottimo Peluso a sinistra, oggetto del desiderio di vari grandi club.
A centrocampo vediamo centralmente la coppia composta da Cigarini, regista vero e proprio della squadra, e Cazzola (alternato a Biondini). Sugli esterni, ruolo fondamentale dell’undici di Colantuono, troviamo il potente Schelotto a destra dotato di grande corsa e precisione nei cross e Bonaventura sull’out di sinistra con compiti prettamente offensivi.
In attacco alle spalle della prima punta Denis, finalizzatore del gioco nero-azzurro, gioca Maxi Moralez vero e proprio funambolo offensivo, calciatore difficile da marcare.  In alternativa Colantuono ha schierato De Luca dirottando Moralez sull’out di sinistra con Bonaventura in panchina.
L’Atalanta pratica un calcio molto semplice ma estremamente organizzato e ordinato. L’1-4-4-1-1 è interpretato nel migliore dei modi. Costruzione bassa che spesso passa dai piedi di Cigarini, sbocchi continui sulle corsie esterne dove i difensori esterni si propongono e sovrappongono continuamente ai loro dirimpettai.
In attacco la posizione di Moralez consente varietà e fantasia di sviluppo. A Denis è affidato il compito di finalizzare la manovra rossoblù in area di rigore.

Fasi di gioco:

-Fase di non possesso palla:

In fase di non possesso la Dea ha l’obiettivo di ricompattare la squadra velocemente. Reparti corti e stretti che non lascino spazi agli avversari portando otto calciatori in fase difensiva pronti per recuperare palla e ripartire. In tal modo si evita, soprattutto in zona esterna, di andare in inferiorità numerica. FIG

Immagine

Sebbene Colantuono abbia garantito grande equilibrio ed ordine nelle coperture, è anche vero che le caratteristiche dei difensori sono più portate all’anticipo e alla presa di posizione con gioco aereo che alla ripresa. A mio avviso, per caratteristiche dei calciatori, è preferibile che l’Atalanta non difenda troppo alta. FIG

Immagine

Passiamo ora ad analizzare determinate situazioni che hanno visto l’Atalanta soffrire nelle prime giornate di campionato proprio in questa fase.
Quando le prime linee di pressing vengono saltate dagli avversari, e questi ultimi attaccano il pacchetto arretrato, possiamo notare come il difensore esterno opposto al lato palla stringa troppo offrendo spazio libero ai calciatori avversari. Questa situazione si è proposta più volte ad esempio nelle partite contro Torino ed Inter dove gli avversari stessi sono poi andati in gol. FIG

Immagine

Altra situazione potenzialmente pericolosa si verifica quando si difende bassi e i due centrocampisti si fanno attrarre dalla palla e da chi ne è in possesso, lasciando sguarnita la zona alle loro spalle, in cui un calciatore avversario può sapientemente andare a posizionarsi ricevendo tra le linee in verticale. FIG

Immagine

-Fase di possesso palla:
Quando ha palla l’Atalanta cerca di effettuare giocate semplici e schemi provati e riprovati in allenamento. Regista della squadra è Cigarini che smista palla su tutto il fronte offensivo e detta i tempi del gioco.
I neroazzurri giocano bene a calcio con molta fluidità di manovra coinvolgendo spesso anche i difensori esterni. In figura è rappresentata una situazione in cui l’esterno di centrocampo di sinistra taglia verso il centro consentendo al difensore esterno di inserirsi ed andare al cross. Lo stesso centrocampista esterno si propone per la conclusione. FIG

Immagine

Importanti sono anche i movimenti dei centrocampisti nelle conclusioni. Nella sua massima accezione la manovra neroazzurra cerca di coinvolgere tutti i suoi componenti con sovrapposizioni in zona esterna e con situazioni in cui la punta, spalle alla porta, serve il centrocampista a rimorchio che va alla conclusione. FIG

Immagine

Importantissima in questa fase è la posizione di Maxi Moralez. Il fantasista argentino svaria su tutto il fronte offensivo ed è molto intelligente tatticamente. Riesce infatti a capire sempre dove andare a giocare, sempre tra le linee per sfuggire alle marcature avversarie e creando superiorità numerica in zona esterna. FIG

Immagine

Il fantasista argentino capisce inoltre sempre quando e dove inserirsi.

Il finalizzatore della manovra atalantina è German Denis, abilissimo nel gioco aereo ed a galleggiare sul filo del fuorigioco.

-Transizioni:
Come abbiamo osservato precedentemente l’obiettivo dei bergamaschi è quello di portare almeno sette-otto calciatori a ricompattarsi in fase difensiva. Più la squadra si muoverà come un unico blocco compatto più sarà veloce in transizione negativa. FIG

Immagine

In fase offensiva le ripartenze atalantine sono spesso efficaci. In zona centrale è possibile sfruttare i lanci millimetrici di Cigarini o in zona esterna o centralmente dove sia Denis che Moralez sono bravi ad attaccare la profondità con i giusti tempi.
In questo momento del gioco l’Atalanta cerca di portare almeno quattro calciatori ad attaccare la porta. FIG

Immagine

Palle inattive:

In fase di palla inattiva contro, i neroazzurri portano molti uomini in area di rigore a difendere con Denis sul vertice dell’area piccola ed il solo Moralez in avanti con la squadra pronta ad effettuare una transizione positiva. FIG
Immagine

In fase di palla inattiva a favore, l’Atalanta cerca di sfruttare l’imponente struttura fisica di molti dei suoi calciatori. Stendardo, Manfredini, Peluso, Denis, Schelotto sono abili sia nello stacco che nella scelta di tempo. Preferiscono partire dal limite dell’area sfruttando le suddette caratteristiche. FIG

Immagine

OPINIONI E SWOT ANALYSIS ( PUNTI DI FORZA E CRITICITA’):  

L’Atalanta di Colantuono è una squadra che si sta affermando sempre più. Delle cosiddette piccole è una delle compagini più organizzate dal punto di vista tecnico tattico. In questa stagione, specialmente nella prima parte, gli orobici si sono guadagnati l’etichetta di ammazza-grandi, avendo sconfitto Milan e Inter con prestazioni maiuscole ben giocate dall’undici del tecnico romano.
Tra i punti di forza possiamo notare proprio la grande organizzazione ed equilibrio della squadra neroazzurra. Tutti i calciatori partecipano attivamente ad entrambe le fasi di gioco. In fase offensiva è importante lo sfruttamento delle catene di gioco esterne con la posizione di Moralez sempre volta a creare superiorità numerica in zona palla. Denis è un attaccante moderno, forte fisicamente ma anche capace di fraseggiare con i compagni con precisione tecnica notevole. Altro punto di forza, a mio avviso, è la complementarietà dei calciatori di cui Colantuono dispone, soprattutto sulle corsie esterne. Brivio e Peluso garantiscono una doppia soluzione sull’out di sinistra, Schelotto riesce a disimpegnarsi sia come difensore che come centrocampista esterno. Il calciatore che mi sembra maggiormente cresciuto rispetto alla scorsa stagione è Giacomo Bonaventura. Il calciatore neroazzurro ha compiuto il passo da giovane interessante a realtà della serie A. Schierato da centrocampista esterno sinistro è sempre bravo ad inserirsi centralmente per andare alla conclusione o per cercare l’assist vincente.
Per trovare criticità negli orobici, a parer mio, dobbiamo osservare la caratteristiche individuali dei calciatori stessi. Il modo di interpretare il calcio di Colantuono è ottimo. Per caratteristiche individuali dei calciatori, però, l’Atalanta tende a soffrire ritmi alti imposti dagli avversari e giocate in profondità quando difende alta.
Senza dubbio è una squadra in ascesa che , qualora dovesse essere ulteriormente migliorata, potrebbe ambire a posizioni nella parte sinistra della classifica.



Categorie:Match Analysis (analisi tattica)

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: