Età biologica, età cronologica e FASI SENSIBILI

Età biologica , età cronologica e fasi sensibili:
Affinchè l’attività motoria dei bambini/adolescenti sia efficace e soprattutto non dannosa è necessario conoscere le caratteristiche psicologiche dei piccoli allievi.
La conoscenza delle varie fasi dello sviluppo, e di come esse si susseguono, consente di pianificare, in relazione alle varie fasce di età ed alle caratteristiche fisiche, programmi specifici ed attente valutazioni.
Il “periodo evolutivo” è l’arco di tempo che intercorre tra la nascita dell’individuo ed il suo completo sviluppo fisico, caratterizzato da processi di mutamento. Esso si divide in infanzia (0-9 anni) ed adolescenza (10-18 anni).
Ogni allenatore dovrà ben conoscere “l’orologio biologico” che determina quando sottoporre gli atleti a determinate sollecitazioni e quando essi sono in grado di recepire determinati input.
Negli ultimi anni alcune ricerche hanno evidenziato l’esistenza di varie tappe relative all’apprendimento motorio ipotizzando l’esistenza di alcuni “momenti” (lassi di tempo) più favorevoli per lo sviluppo di determinate capacità motorie.
Ricordando che le capacità motorie si dividono in condizionali (forza, resistenza-velocità e flessibilità) e in coordinative, passiamo ora ad esaminare le cosiddette fasi sensibili ossia lassi di tempo in cui sollecitare alcune capacità.
L’aspetto motorio fondamentale del bambino è rappresentato sicuramente dalle capacità coordinative. Molti studi hanno affermato che il periodo più favorevole nel quale si può osservare una maggiore “spinta della crescita” delle capacità coordinative è compreso nell’età che va dai 7 ai 12 anni. Se tali capacità non dovessero essere stimolate a dovere, dopo i 12 anni il loro apprendimento risulterebbe minimo, in alcuni casi addirittura nullo.
Dunque bisognerà ricorrere a metodologie che stimolino la motricità in generale ma che tengano perfettamente conto dell’esistenza di queste fasi sensibili attraverso il genere, qualità e quantità dell’attività svolta.
E’ infatti opportuno sottolineare che un bambino “maldestro” non nasce tale ma, semplicemente, non ha stimolato a sufficienza le sue capacità coordinative nelle suddette fasi. Per questi motivi il compito di un allenatore “giovanile” è ancora più impegnativo perché è responsabile dello sviluppo fisico-motorio dei suoi allievi.   Fondamentale ritengo sia la capacità di “rapidità”, intesa come reazione e frequenza di movimento, che ha un “momento di spinta” molto breve e che deve assolutamente essere sfruttato.
Discorso simile anche per le capacità condizionali che però vedono il loro acme nell’adolescenza, principalmente dai 12 ai 15 anni.
Capacità coordinative e loro fasi sensibili:
Apprendimento motorio: 7-12 anni
-Differenziazione: 7-11 anni
-Stimoli uditivi: 7-10 anni
-Orientamento spazio-temporale: 6-14 anni
-Ritmo: 6-12 anni
-Equilibrio: 9-12 anni

Una successiva spinta finale, valida solo se vi è stata quella iniziale, si può avere parallelamente allo sviluppo delle capacità condizionali forza,resistenza-velocità e flessibilità, ossia nei 14 anni.

E’ inoltre opportuno sottolineare che un processo di formazione motoria pluriennale non può trascurare il concetto della multilateralità: ossia lo sviluppo di tutti gli schemi motori di base.
Per gli arti superiori sono afferrare, lanciare, prendere  per il tronco rotolare e strisciare e per gli arti inferiori sono camminare, correre e saltare.
Nel calcio la multilateralità dovrà concentrarsi soprattutto sulla tecnica di corsa, cercando di acquisire la tecnica più efficace ed economica possibile.
La corretta strutturazione degli schemi motori serve per creare dei “sottoprogrammi” perfetti su cui poi costruire un nuovo programma motorio.
La base della piramide sarà dunque composta dagli schemi motori di base, successivamente troviamo le capacità senso-percettive, ancora dopo la coordinazione e infine le abilità tecniche. Dopo aver assimilato ciò si potrà passare allo sviluppo delle abilità tattiche.



Categorie:Calcio & Scienza

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: