L’AVVIO DELL’AZIONE E LA COSTRUZIONE DEL GIOCO COME BASE PER L’ORGANIZZAZIONE COLLETTIVA

L’avvio dell’azione
Nel calcio moderno l’avvio dell’azione e la costruzione del gioco rappresentano elementi fortemente caratterizzanti per le squadre di alto livello, a prescindere dalla categoria di appartenenza.
Per avvio o inizio dell’azione si intendono tutte le situazioni tattiche in cui l’azione deve essere impostata a partire dal portiere, sia che si tratti di fallo di fondo sia che si tratti di una rimessa “in movimento” con palla nelle mani dell’estremo difensore.
Per costruzione del gioco, invece, intendiamo la capacità di una squadra di imbastire determinate trame di gioco con l’obiettivo di avvicinarsi alla porta avversaria per rifinire e finalizzare le azioni offensive.
Le modalità con cui avvengono l’inizio dell’azione e la costruzione del gioco dipendono da alcuni fattori fondamentali:
• La filosofia di gioco dell’allenatore, ed il conseguente modello di gioco
• Le caratteristiche dei calciatori a disposizione
• Le caratteristiche del prossimo avversario da incontrare
• L’evoluzione della gara, dal punto di vista tecnico-tattico, in relazione a queste situazioni di gioco
Questi elementi sono fortemente interdipendenti (dopo vedremo come). Solo dopo la loro minuziosa analisi l’allenatore potrà optare per la situazione tattica desiderata.

L’avvio o inizio del gioco può avvenire, prevalentemente, in due modi:
1. Inizio basso: avviene con la trasmissione corta della palla, da parte del portiere, in direzione di uno dei difensori o dei centrocampisti bassi deputati alla costruzione del gioco. L’inizio basso del gioco è un elemento fortemente caratterizzante per le squadre di alto livello, a mio avviso imprescindibile.
L’allenatore, in base al proprio modello di gioco ed alle caratteristiche dei calciatori, ha la possibilità di studiare ed elaborare la situazione di gioco più idonea per costruire e sviluppare le azioni offensive. Inizio basso 1 esempio

2. Inizio lungo: avviene con il rilancio lungo del portiere in direzione di un riferimento offensivo, generalmente posizionato oltre la metà campo difensiva o esternamente. Su questo rilancio lungo il resto della squadra dovrà prontamente accorciare lo spazio in avanti seguendo i riferimenti del gioco a zona, sia per garantire equilibrio sia per cercare di conquistare la seconda palla.

.inizio lungo esempio

Come possiamo intuire anche solo osservando le figure, le due modalità possibili di inizio dell’azione di gioco sono diametralmente opposte, sia nei principi che nella realizzazione.
L’inizio basso e corto del gioco presenta numerosi vantaggi e pochi svantaggi. Tra i punti di forza riscontriamo sicuramente il “controllo” che l’intera squadra può avere sull’intero sviluppo del gioco. E’ possibile creare, grazie all’azione tattica individuale dei centrocampisti, situazioni continue di superiorità numerica, garantendosi sempre la possibilità concreta di impostare il gioco in modo pulito. Inoltre, costruendo il gioco a partire dalla propria metà campo, è possibile consentire alla squadra di agire in modo fluido e funzionale in relazione allo spazio-tempo, occupando ed attaccando gli spazi liberi al momento giusto. Gli svantaggi di questa situazione tattica di gioco sono prevalentemente legati all’aspetto mentale in quanto, impostare l’azione a partire dal portiere, rappresenta sicuramente un rischio dovuto prevalentemente alla zona di campo nella quale questo sviluppo di gioco viene effettuato. Ritengo infine necessario sottolineare un concetto. Molti allenatori ritengono che per costruire il gioco a partire dal settore difensivo, siano necessari calciatori tecnicamente molto dotati. Sebbene ciò sia vero o quantomeno preferibile, è tuttavia necessario affermare che molto spesso un buon gioco posizionale è in grado di superare la tecnica sopraffina di uno o più calciatori.
L’inizio lungo dell’azione, invece, è una situazione di gioco sicuramente molto meno rischiosa dal punto di vista difensivo. Allo stesso tempo, però, è totalmente incontrollabile in quanto il successo dello sviluppo di gioco, è affidato soprattutto alle caratteristiche fisiche di un calciatore, che deve vincere un contrasto aereo, e poi alla capacità della squadra di accorciare lo spazio in avanti. Questo sviluppo tattico, come sottolineato in precedenza, sottintende una aggressione netta dello spazio in avanti, con il doppio scopo di garantire equilibrio e di conquistare la seconda palla.
I vantaggi, come spiegato poc’anzi, sono rappresentati dall’assenza di rischio e dalla possibilità, una volta vinto almeno un contrasto aereo e/o aver conquistato la seconda palla, di ritrovarsi direttamente nella metà campo offensiva. Gli svantaggi derivano dalla totale incontrollabilità dell’intero sviluppo di gioco in quanto risulterebbe impossibile prevedere a priori la caduta della palla dopo il rinvio e la sua successiva collocazione in seguito al contrasto aereo.

Come agiscono i fattori fondamentali illustrati precedentemente?
La filosofia di calcio dell’allenatore e la conseguente strutturazione di un determinato modello di gioco rappresentano senza dubbio il primo comandamento da seguire. Ogni fase di gioco, tra cui quella dell’avvio dell’azione e della costruzione del gioco, devono essere connotate da precisi principi, sotto principi e sotto sotto principi di gioco, tutti necessariamente congruenti tra loro. La scelta di questi comportamenti collettivi dipende, chiaramente, dalle caratteristiche dei calciatori a disposizione, senza che però queste ultime determino tutto il progetto tattico della squadra. Ad esempio disporre di due centrocampisti centrali con ottima fisicità può costituire una soluzione alternativa alla costruzione bassa del gioco, in determinate situazioni influenzate anche dal comportamento degli avversari, a patto che non si speculi sulle suddette caratteristiche modificando interamente il modello di gioco o parte di esso.

La costruzione del gioco
Sulla base di quanto esposto precedentemente, risulterebbe difficile parlare di costruzione del gioco e dell’azione offensiva in seguito a rinvio lungo del portiere. Non che quest’ultima ipotesi sia da scartare, anzi. Ritengo, però, che per ottenere uno sviluppo efficace del gioco sia necessario partire sin portiere e dall’intero reparto difensivo per poi sviluppare i principi e sotto principi di gioco desiderati.
A tal proposito, divideremo la fase di attacco organizzato (o possesso palla) in tre diverse sotto fasi:
1. Costruzione del gioco: questa sotto fase si svolge, appunto, nel primo terzo del campo. L’azione parte sempre dal portiere che ha l’obiettivo di servire uno dei difensori centrali con una trasmissione corta della palla. Riferendoci ad un sistema di gioco 1-4-2-3-1, per sviluppare il nostro gioco ideale è necessario sviluppare e potenziare i principi, sotto principi ed i sotto sotto principi di gioco, osserviamo quali:
-Macro principio di gioco: possesso e la circolazione corta della palla. L’obiettivo è attirare gli avversari nella propria metà campo con lo scopo di disorganizzare/disequilibrare la loro struttura difensiva.   Costruzione del gioco 1 macro principio passare per attirare

-Sotto principio di gioco: buon gioco posizionale e creazione di superiorità numerica attraverso una linea difensiva composta da tre uomini due difensori centrali aperti ed il centrocampista centrale posto tra loro.
I difensori centrali devono posizionarsi molto aperti, i difensori laterali larghi ed in diagonale per garantire ampiezza e profondità. Uno dei due centrocampisti centrali, quello opposto al lato palla, va ad occupare la posizione di terzo difensore centrale posto tra i due difensori che si sono allargati con lo scopo di garantire superiorità numerica costante. L’altro centrocampista, ha l’obiettivo di effettuare degli smarcamenti in diagonale (aperti e chiusi) per garantire linee di passaggio facili e sicure.

  Costruzione del gioco sotto principio linea a 3

-Sotto sotto principio di gioco: valorizzazione del rischio.
Per creare ed occupare spazi liberi è necessario che coloro i quali impostano la costruzione bassa del gioco si assumano dei rischi nella prima fase di costruzione, ad esempio, la conduzione della palla, qualora gli spazi risultassero congestionati, con lo scopo di attirare gli avversari ed occupare-attaccare gli spazi propizi per la progressione del gioco.   Costruzione del gioco sotto sotto  principio rischio

-Sotto sotto principio di gioco: coinvolgimento continuo del portiere.
Affinchè l’avvio basso del gioco sia efficace è necessario che il portiere sia continuamente coinvolto. E’ proprio questo calciatore, il più delle volte, che garantisce la superiorità numerica necessaria per sviluppare le trame di gioco. Il portiere deve fungere da vero sostegno dell’unità ideale minima di possesso palla, conferendo respiro alla fase di possesso. Esempio recente di questo comportamento tattico individuale è dato da Manuel Neuer nell’ultimo campionato del mondo vinto dalla Germania.

2. Progressione offensiva o creazione: una volta costruito il gioco la squadra ha l’obiettivo di progredire verso la porta avversaria, creando situazioni efficaci per rifinire e successivamente concludere il gioco offensivo.
In questa fase di gioco, a mio avviso, l’allenatore ha due possibili scelte:

A) Sviluppare il macro principio dell’attacco diretto: l’obiettivo è quello di relazionarsi ai calciatori più avanzati, posti nella metà campo avversaria. Ovviamente questa azione prevede la “salita compatta“ del blocco difensivo non appena parte la trasmissione diretta.  

attacco diretto

B) Privilegiare il possesso palla con l’obiettivo di avvicinarsi alla porta avversaria: il principale obiettivo è quello di dar vita a continue figure geometriche, come triangoli e rombi, attraverso la costante creazione dell’unità ideale minima di possesso. Il principale scopo è quello di facilitare il movimento rapido e fluido della palla con l’obiettivo di progredire verso la porta avversaria.
Sarà proprio l’ordine preferenziale dei riferimenti (definito e sviluppato in allenamento) a stabilire le trame di gioco offensive della squadra.  

unità ideale minima

Indipendentemente dalla scelta della progressione del gioco (attacco diretto o sviluppo paziente del possesso palla), la squadra dovrebbe ottemperare alcuni importantissimi sotto principi di gioco:
-Ricerca del campo grande: si tratta di assicurare sempre due calciatori molto larghi ed altrettanti in profondità.       campo grande

-Alternare il gioco tra le linee alla ricerca dell’ampiezza: allenare i tagli convergenti degli attaccanti esterni ed i continui attacchi del castello da parte del centrocampista offensivo è uno dei sotto principi più importanti di questo e di altri sistemi di gioco. L’attaccante più pericoloso di una squadra è sempre lo spazio libero da attaccare: quello “tra le linee” è indubbiamente il più pericoloso in quanto di difficile lettura da parte degli avversari.      gioco tra le linee

3. Finalizzazione
Dopo aver costruito e fatto progredire il gioco risulta importante il sotto principio relativo all’occupazione di zone pericolose per la finalizzazione che svilupperemo nei successivi articoli.

Quanto esposto non è un modello di gioco completo bensì un insieme di principi, sotto principi e sotto sotto principi di gioco utili a sviluppare e potenziare l’inizio dell’azione e la costruzione del gioco.

GIUSEPPE MAIURI

http://www.amazon.it/diverso-modo-pensare-calcio-periodizzazione-ebook/dp/B00MF0N91A/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1408465602&sr=8-1&keywords=maiuri+calcio



Categorie:Tattica

1 reply

  1. Complimenti per questi post in cui spieghi in maniera ottima questi aspetti del calcio e aiuti anche chi non è del mestiere a gustare meglio le partite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: