Esercitazioni per allenare la creazione di continue linee di passaggio

MACRO PRINCIPIO: Fornire il maggior numero di linee di passaggio in fase di costruzione del gioco con l’obbligo di mantenere un corretto equilibrio posizionale che consenta alla squadra di essere già naturalmente organizzata in fase di perdita della palla.

1) Complessità bassa
1
In uno spazio disegnato come in figura (e diviso in più rettangoli a seconda del numero dei calciatori) vengono proposte delle situazioni di 3vs1.
Gli obiettivi dell’esercitazione sono:
-Creare continuamente linee di passaggio
-Modificare/aggiustare la propria posizione in funzione del calciatore con la palla
Ogni 10 passaggi consecutivi la squadra in possesso (bianca) ottiene un punto.
Ogni qual volta il difensore (blu) recupera palla ottiene un punto.
L’intervento dell’allenatore deve essere focalizzato sui punti chiave dell’esercitazione quali il primo tocco, l’aggiustamento della propria posizione ed il “non nascondersi” ma creare sempre linee di passaggio utili.
Variante: 4vs2 modificando gli spazi di gioco.

 

 

2)Complessità media (reparto difensivo)
2
In uno spazio disegnato come in figura si sviluppa un gioco di posizione 4vs4 (difensori) più tre jolly (centrocampisti).

Gli obiettivi dell’esercitazione sono:
-Creare continuamente linee di passaggio
-Modificare/aggiustare la propria posizione in funzione del calciatore con la palla
-Centrocampisti
-Creare il campo piccolo in fase di difesa organizzata
-Transizioni negativa
L’intervento dell’allenatore deve essere focalizzato sui punti chiave dell’esercitazione quali il primo tocco, l’aggiustamento della propria posizione, il “non nascondersi” ma creare sempre linee di passaggio utili e gli elementi difensivi e di transizione negativa.

 

 

3)Complessità media (reparto di centrocampo)
3
In due rettangoli vengono proposte delle situazioni di 3vs3 più 4 jolly che agiscono all’esterno del perimetro. Situazione simulata del sistema 1-4-3-3 con i tre centrocampisti nel rettangolo, un difensore centrale a sostegno, un attaccante centrale come vertice ed i difensori laterali (o attaccanti esterni) nei corridoi laterali.
Gli obiettivi dell’esercitazione sono:
-Mantenere il possesso nel settore intermedio sfruttando l’aiuto dei jolly.
Ogni 5 passaggi consecutivi nel mezzo la squadra in possesso (bianca) ottiene un punto, ogni 10 in cui sono coinvolti i jolly un punto.
Ogni qual volta la squadra in non possesso (blu) recupera palla ottiene un punto.
Punti chiave: centrocampisti disposti su differenti linee, jolly correttamente posizionati per fornire continue soluzioni di passaggio.
Variante 1: limitare il numero di tocchi, obbligo giocata sempre al colore diverso.
Variante 2: inserire delle porticine negli angoli in cui la squadra in non possesso deve segnare dopo aver recuperato palla.

 

 

4)Complessità media (reparto offensivo)
4
In una metà campo disegnata come in figura si sviluppa una situazione di attacco contro difesa 5 vs4 più il portiere.
Gli obiettivi dell’esercitazione sono:
-Mantenere il possesso nel settore offensivo con i tre attaccanti più i due interni di centrocampo per creare situazioni offensive con l’obiettivo di segnare un gol per ottenere un punto.
-La squadra in non possesso deve riconquistare palla e condurla/inviarla oltre la zona di meta per ottenere un punto.
Punti chiave: centrocampisti ed attaccanti esterni disposti su differenti linee ed in costante relazione posizionale, creare il campo grande in fase offensiva, realizzare un gol ottemperando ai propri sotto principi di gioco (tagli, inserimenti, etc) e creare il campo piccolo in fase difensiva adottando i giusti meccanismi di marcatura a zona e copertura.

 

 

5)Complessità alta
5

In una metà campo si sviluppa una situazione di gioco 6vs7 più un portiere e tre porticine poste sulla linea di meta. La squadra bianca ha l’obiettivo di segnare un gol per ottenere un punto, la squadra rossa ha l’obiettivo di recuperare palla ed innescare una rapida transizione negativa con lo scopo di segnare in una delle tre porticine per ottenere un punto.
Gli obiettivi dell’esercitazione sono:
-Creare costanti linee di passaggio per creare situazioni di finalizzazione.
-Curare la mobilità dei calciatori senza palla.
-Aggiustare la propria posizione in relazione alla posizione della palla per creare permanenti linee di passaggio.
-Mantenere una equilibrata occupazione dello spazio (avanzare nello spazio solo per creare una linea sicura ed efficace di passaggio).
-La squadra in non possesso deve creare il campo piccolo ed adottare una zona pressing compatta che preveda i giusti meccanismi di copertura.



Categorie:Esercitazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: