I problemi tattici del Milan di Pippo Inzaghi: video analysis

images

L’inizio del 2015 non è stato roseo per mister Inzaghi e la sua squadra che, nonostante un ottima fine di 2014, ha raccolto solo 4 punti nelle ultime 6 partite (coppa Italia compresa).

In questo articolo analizzeremo i problemi di ordine tecnico-tattico che hanno portato i rossoneri in questo trend negativo, parzialmente risolto nell’ultima gara interna vinta contro il Parma.

Costruzione di gioco

La squadra di Inzaghi opta, prevalentemente, per la costruzione corta del gioco, a partire dal portiere, nonostante abbia utilizzato nella doppia sfida vs la Lazio, la costruzione lunga (sempre dal portiere Diego Lopez) sui tre attaccanti.

I due difensori centrali si aprono, favorendo l’abbassamento del centrocampista basso (se necessario) per ricevere, con i difensori laterali alti ad occupare l’intera ampiezza del campo. Gli interni di centrocampo compiono movimenti divergenti: uno viene incontro a ricevere e l’altro si propone alle spalle della linea dei centrocampisti avversaria. Il giro palla difensivo inizia sempre da un lato con l’obiettivo di sviluppare la progressione in quello opposto.

Nelle gare oggetto di analisi sono stati riscontrati diversi errori in fase di costruzione, dovuti soprattutto alla lentezza del giro palla e ad uno scorretto scaglionamento degli interni. Per favorire ugualmente la salita limpida del pallone, vengono generalmente adottate tre soluzioni:

  • Conduzione palla dei difensori centrali con lo scopo di attirare gli avversari e di verticalizzare verso gli attaccanti esterni o verso l’attaccante centrale.
  • Movimento ad ancora di un centrocampista interno che si abbassa in posizione laterale a ricevere.
  • Movimento ad abbassarsi dell’attaccante centrale Menez (con successivi attacchi dello spazio centrale) per creare linee di passaggio centrali favorendo la costruzione del gioco.

L’obiettivo in questa sotto fase di gioco è l’alternanza tra il gioco largo, indirizzando il pallone nei corridoi laterali per poi sviluppare la progressione, ed il gioco diretto in verticale sugli attaccanti per poi alternare il fronte del gioco (giocata diretta su Menez, sponda sul taglio dell’attaccante esterno e cambio gioco).

I punti deboli sono stati, dunque, la difficoltà nell’effettuare la costruzione bassa dell’azione in modo limpido: giro palla troppo lento, problemi nello smarcamento degli interni, e numerosi errori tecnici dovuti soprattutto ad errori di postura nella ricezione della palla. Difficoltà nel trovare linee di passaggio interno limpide e sicure dovute ad un cattivo scaglionamento dei centrocampisti e dei difensori laterali.

Evitare la progressione di gioco avversaria

In questa fase di gioco la squadra rossonera ha rispettato i seguenti principi di gioco:

  • Blocco difensivo ad altezza medio-bassa con linea a circa 30 metri. Squadra stretta ma non corta: il settore
    difensivo non accorcia mai prontamente quello dei centrocampisti durante l’azione di pressing.
    Ciò crea sempre spazio pericoloso tra le linee di centrocampo e difesa all’interno del quale gli avversari
    si inseriscono e ricevono palla.
  • Applicazione della zona pressing aggressiva nel settore centrale, ma non con meccanismi collettivi.
  • Creazione di superiorità numerica nei corridoi laterali per tentare la riconquista attraverso i movimenti
    delle catene esterne difensore laterale-centrocampista interno-attaccante esterno.
    L’obiettivo è chiudere le linee di passaggio interne per indirizzare gli avversari nei corridoi laterali per poi
    tentare la riconquista.
  • Partecipazione attiva dei calciatori offensivi alla fase di riconquista.

I punti di debolezza:

-Sul primo pressing (con blocco basso e compatto dietro la linea della palla) il centrocampista centrale non riesce a coprire in maniera efficace il movimento in uscita del centrocampista interno.

-Il settore difensivo non accorcia mai con i tempi giusti le uscite dei centrocampisti che escono in pressione. Ciò crea pericoloso spazio tra le linee che viene sempre attaccato (soprattutto ai lati del centrocampista centrale) dagli avversari. Questa situazione fa si che il centrale difensivo debba decidere se uscire, e scoprire la zona alle sue spalle, o se restare in posizione, causando comunque la ricezione avversaria.

-Errato tentativo di chiudere le linee di passaggio centrale dovuto ad uno scorretto scaglionamento dei centrocampisti ed all’altezza della linea difensiva, distante da quella di centrocampo.

-Errata lettura degli inserimenti dei calciatori provenienti dalla seconda linea.

Riusciranno i rossoneri a modificare questi problemi di ordine tecnico-tattico e ad invertire il trend negativo?

GIUSEPPE MAIURI



Categorie:Match Analysis (analisi tattica), Tattica, Video

2 replies

  1. Ciao,
    Volevo farti un paio di domande visto che le partite in analisi sono le ultime con la Lazio. Soprattutto la prima dove il Milan è andato subito in vantaggio: non credi che questo abbia influenzato soprattutto la fase difensiva (blocco difensivo basso) e l’atteggiamento? Secondo: in un momento di crisi di risultati , quanto la testa agisce sui meccanismi cercati? Voglio dire: Quanto c’e’ effettivamente di tecnico tattico in queste partite rispetto al vero Milan che riesce a giocare più sciolto ( ad esempio il Milan di inizio stagione)?

    • Salve Marco
      I problemi credo siano di natura essenzialmente tattica proprio perché gli stessi errori sono stati “confermati” in più partite consecutive, contro avversari diversi ed in situazioni diverse. Credo che ciò sia acuito dal fatto che nonostante spesso il Milan sia partito bene (vantaggio nei primi 15′ vs Sassuolo, Torino e Lazio), la squadra non ne ha tratto stimolo mentale ne tantomeno tattico.
      La crisi di risultati credo abbia inciso davvero solo in coppa Italia e nell’ultima gara contro il Parma.
      Ovviamente una situazione poco tranquilla incide ed in questo senso sarà curioso vedere l’atteggiamento della squadra dopo la vittoria contro il Parma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: