La Transizione Negativa: video analisi ed esercitazioni pratiche

Fase di transizione negativa svolta dal Bayern Monaco di Pep Guardiola.
Principio fondamentale in questa fase è “la regola dei sei secondi” che prevede il tentativo immediato di recuperare palla attraverso l’utilizzo di una zona pressing aggressiva. Nei primi 6 secondi gli uomini di Guardiola cercano una immediata transizione negativa aggressiva. Successivamente parte la riorganizzazione difensiva.
Macro principio: “Recupero immediato del pallone appena viene perso il controllo del possesso palla”
Sotto principio: “Ricerca del campo piccolo, restringendo gli spazi sia a livello settoriale che intersettoriale”
Sotto principio: “Pressing immediato sul possessore di palla e sui potenziali ricevitori”
Sotto sotto principio: “Rapido cambiamento di attitudine mentale, da offensiva a difensiva”

In Italia le squadre che, più delle altre, applicano tale principio sono la Juventus, la Sampdoria e la Fiorentina. Osserviamo un esempio relativo alla squadra di Sinisa Mihajlovic (assistita da Emilio De Leo e Renato Baldi):

PRINCIPI E SOTTO PRINCIPI DI GIOCO IN QUESTA FASE Nella mia idea di calcio, in questa fase di gioco, il macro principio di gioco cui attenersi prevede l’immediata pressione al possessore avversario ed allo spazio circostante, con l’obiettivo di riconquistare immediatamente la palla. Tale obiettivo consente non solo di evitare la progressione avversaria, ma anche di ri-organizzarsi difensivamente in modo efficace. Il sotto principio di gioco fondamentale è il rapido ed aggressivo cambiamento di atteggiamento mentale, da offensivo a difensivo (anche se esso può essere considerato allo stesso tempo come sotto sotto principio di gioco). Sebbene si tratti di un aspetto teoricamente semplice, è sempre molto difficile introiettare nella mente dei calciatori questo rapido cambiamento di attitudine. Per cui vale la pena di insistere fortemente su questo concetto. I calciatori, in ogni momento, devono essere pronti per realizzare pressione immediata, intensa ed aggressiva al possessore di palla ed agli aiuti circostanti. Già a partire dalla fase di possesso nella metà campo avversaria, i difensori dovranno curare al massimo le coperture preventive (sotto sotto principio di gioco). a

Altro importantissimo sotto principio di gioco in questa fase è la ricerca di compattezza centrale, chiudendo tutti i passaggi all’interno del blocco difensivo. Tutti i calciatori, nel momento in cui la palla viene persa, devono avere l’immediato obiettivo di ricercare organizzazione collettiva attraverso la chiusura degli spazi e la creazione di un blocco centrale, all’interno del quale tutti devono ripiegare.

  b
Sotto sotto principio di gioco connesso è l’azione individuale finalizzata alla conquista di spazio-tempo in funzione della situazione di gioco. Una squadra non può prevedere il momento in cui perderà il possesso della palla. Sebbene l’obiettivo principale sia sempre quello di essere ben organizzati e pronti per passare da una fase all’altra, possono verificarsi alcune situazioni in cui la squadra non ha questo tipo di organizzazione. In questi casi è fondamentale l’azione individuale dei singoli calciatori, che hanno lo scopo di pressare, anche isolatamente, il possessore avversario, per consentire al resto della squadradi guadagnare spazio-tempo per equilibrarsi.
c

Ultimo sotto principio di gioco riguardante il nostro modello è la copertura della profondità. La fase di transizione negativa, per avere luogo, deve prevedere la perdita del possesso palla. Nel caso in cui questa situazione dovesse verificarsi in posizione pericolosa, ad esempio nella zona centrale del campo o nella propria metà campo, l’obiettivo prioritario è chiudere gli spazi in profondità, alle spalle dell’ultima linea difensiva, accompagnando eventuali penetrazioni avversarie. d

Esempio di esercitazione per allenare alcuni di questi principi Mercoledì (settimana domenica-domenica): 3 ripetizioni da 3 minuti, con 3 minuti di recupero. Tempo totale 18 minuti

Situazione di gioco 6vs4 in uno spazio disegnato come in figura). I 5 calciatori rossi, posti all’esterno del quadrato, hanno l’obiettivo di effettuare un possesso palla contro 4 difensori gialli, posti all’interno del quadrato. La squadra rossa ogni 7 passaggi consecutivi ottiene un punto. Ogni volta che in questo possesso è coinvolto il calciatore all’interno del quadrato si ottiene un punto, indipendentemente dal numero complessivo dei passaggi. L’obiettivo della squadra gialla è impedire la ricezione al calciatore centrale (chiudendo il blocco difensivo ed applicando le giuste coperture), recuperare palla e condurla (o trasmetterla) immediatamente in una delle quattro porticine laterali per ottenere un punto. Se la squadra gialla recupera palla, quella rossa deve immediatamente chiudere gli spazi impedendo la conduzione (o trasmissione) nelle porticine. Vince la squadra che ottiene più punti nel tempo totale dell’esercitazione.

1

Mercoledì (settimana domenica-domenica):  3 ripetizioni da 3.5′ ciascuna; Recupero: 1,5′. Tempo totale: 16 minuti

In un campo 40×45/50 metri si affrontano tre squadre, ciascuna composta da cinque calciatori. Due squadre giocano insieme in fase di possesso (gialli e rossi), una gioca in fase di non possesso (blu). L’obiettivo delle squadre in possesso è effettuare 10/15 passaggi per ottenere un punto. L’obiettivo della squadra in non possesso è recuperare la palla per ottenere un punto. La squadra in possesso del colore che perde la palla, ha l’obbligo di effettuare una rapida transizione negativa: se recupererà la palla entro sei secondi, otterrà tre punti. Vince la squadra che ottiene più punti.

Coaching point:
-Fase offensiva: appoggi, smarcamenti, circolazione della palla e superiorità numerica.
-Fase difensiva: pressione individuale, pressing collettivo, riduzione degli spazi.
-Fase di transizione negativa: recupero immediato della palla non appena viene persa.
-Fase di transizione positiva: tirare la palla fuori dalla zona di pressione con un passaggio sicuro.

Feedback allenatore:
-Fase offensiva: postura/orientamento del corpo in relazione alla posizione di palla, spazio e compagno. Creare superiorità numerica in zona palla e dare ampiezza al fioco. Giocare a due tocchi.
-Fase difensiva: curare la distanza e la propria posizione in relazione alla posizione dei compagni e della palla. Creare superiorità numerica in zona palla. Meccanismi di copertura.
-Fase di transizione negativa: cambiare rapidamente attitudine mentale da offensiva a difensiva. Accorciare sul possessore e sui ricevitori avversari nella zona della palla.
-Fase di transizione positiva: cambiare rapidamente attitudine mentale da difensiva ad offensiva. Effettuare un passaggio di scarico ad un sostegno.

Varianti: -1 squadra vs 2 -Aggiungere delle mini-porte agli angoli del rettangolo in cui fare gol.

t-

Giovedì (settimana domenica-domenica) 2 ripetizioni da 6 minuti con 2 minuti di recupero. Tempo totale 16’

Situazione di gioco 11vs11 in un campo area-area con 3 porticine poste su ogni linea di fondo campo. Le due squadre giocano una normale partita senza particolari vincoli, con l’obiettivo di segnare un gol in una delle porticine per ottenere un punto. Particolare attenzione è dedicata alle due fasi di transizioni, che devono essere perfettamente eseguite con l’obiettivo di attaccare o proteggere tutte le porte, sia in ampiezza che in profondità, richiamando i principi sopra citati. Vince la squadra che ottiene più punti nel tempo totale dell’esercitazione. *Variante: è possibile aggiungere uno o più jolly per squadra alle spalle della linea di meta che possono e devono essere sfruttati per finalizzare le transizioni positive. d

Venerdì (settimana domenica-domenica) 3 ripetizioni da 2 minuti con 3 minuti di recupero. Tempo totale 15 minuti
Situazione di 6vs4 ripetuta. Schieriamo, in un rettangolo 40×35, tre squadre di 6 calciatori ciascuna. Due squadre, quella rossa e quella blu in figura, cercano di mantenere il possesso della palla con l’obiettivo di relazionarsi tra loro. Se la squadra gialla recupera la palla, deve immediatamente trasmetterla nella zona opposta, dove non ha calciatori, dando vita ad una transizione positiva, costringendo quella attualmente in possesso ad effettuare una altrettanto rapida transizione negativa spostando quattro calciatori nel settore opposto.

2

da “Un diverso modo di pensare calcio: l’approccio sistemico e la periodizzazione tattica” , youcanprint, 2014.
(disponibile su amazon.it, libreria dello sport.it, ebook.it, applestore.com, bookrepublic.it ed altri store online)

di GIUSEPPE MAIURI

Email:          giuseppemaiuri90@gmail.com

Facebook:    https://www.facebook.com/giuseppe.maiuri.56

Twitter:         https://twitter.com/GiuseppeMaiuri

Sito internet: https://metodocalcio.com/



Categorie:Esercitazioni, Match Analysis (analisi tattica), Tattica

1 reply

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: